27 giugno 2017

PianOstuni, al via a luglio la rassegna dedicata al piano

Torna per il secondo anno consecutivo PianOstuni, la rassegna musicale dedicata al piano e alle sue incredibili sfumature espressive. Tre giornate consecutive, dal 14 al 16 luglio con un gran finale l’11 agosto, dove i più grandi interpreti contemporanei del pianoforte invaderanno con le loro note i vicoli, le piazze e i chiostri di Ostuni

Dopo il successo della prima edizione, che ha visto la partecipazione di musicisti come Ezio Bosso e Michael Nyman, PianOstuni si conferma uno degli appuntamenti più originali dell’estate pugliese.


La sensibilità dei grandi artisti coinvolti renderà ancora più suggestive le serate estive nel centro storico di Ostuni, tra il chiostro San Francesco, in piazza della Libertà, la scalinata Antelmi e il Torrione Trinchera. 

Il festival, che è gratuito con due soli eventi speciali a pagamento, contemplerà nell’edizione di quest’anno esibizioni del calibro di Stefano Bollani, Peter Cincotti, Dargen D’amico in duetto con Isabella Turso, Aeham Ahmad, tra gli altri.

Si partirà venerdì 14 luglio con Tigran Hamasyan, un'energia capace di travolgere tutto e tutti: nel suo “canto libero” al pianoforte convergono il folk armeno, loops elettronici, voci celesti ed energia indie-rock. Sulla cresta dell'onda dal 2015, Hamasyan con la sua convergenza alchemica tra romanticismo classico, jazz-rock e tradizione popolare, ha stregato non soltanto un pubblico fittissimo ma persino i grandi maestri, dal compatriota Serj Tankian al percussionista indiano Trilok Gurtu, da Chick Corea a Brad Mehldau.


Successivamente, il 15 luglio risuonerà nell’aria il canto arabo di Aeham Ahmad, il pianista siriano diventato famoso per aver reagito alla violenza della guerra portando il suo pianoforte per le strade del campo di Yarmouk, tra le macerie, e suonando le sue composizioni facendo diventare così la sua musica un’arma contro il terrore. Dopo la sua esibizione, PianOstuni virerà verso un pop farcito di rhythm'n'blues e di soul, esaltato dal pianoforte di Peter Cincotti. Il trentatreenne talento italo-americano arriverà in Puglia con il suo nuovo progetto Long way from home, presentato in anteprima a New York con un concerto che ha fatto parlare tutta la stampa internazionale.


Domenica 16 luglio la serata si aprirà con il piano solo di Remo Anzovino, eletto da critica e pubblico tra i massimi compositori di musica strumentale italiana e fra i più innovativi pianisti, un avvocato penalista che sa razionalizzare con la toga e far sognare con il pianoforte. Dopo la sua performance, PianOstuni incontrerà il mondo del rap, con il progetto “Variazioni” del più autoriale fra i rapper italiani: Dargen D'Amico, in quest’occasione accompagnato dalla pianista Isabella Turso; insieme hanno dato vita a “Variazioni”, un album originale, intenso ed emozionale interamente prodotto da Tommaso Colliva.


La serata conclusiva, venerdì 11 agosto, vedrà l’esibizione di Stefano Bollani con il suo progetto Napoli Trip, nato dal grande amore del pianista per la città partenopea. Una festa della musica che, lasciando libero spazio  all’improvvisazione, passa  da Raffaele Viviani a Nino Taranto, da brani originali di Bollani fino ai classici di Pino Daniele. Insieme a Bollani, tre altri grandi musicisti per un ensemble d’eccezione: Daniele Sepe al sassofono, Nico Gori al clarinetto e Bernardo Guerra alla batteria.   



PianOstuni, 14-15-16 luglio e 11 agosto 2017, Ostuni. Per maggiori informazioni: https://www.facebook.com/pianostuni
giugno 27, 2017 / di / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento