22 maggio 2017

Mettiamoci il cuore, le installazioni d’arte di Irma Paulon a Venezia

Quest’oggi vi parlo di un’artista contemporanea scoperta da poco. Il tema principale della sua arte l’amore, ma non l’amore inteso nel senso più comune, o perlomeno non solo in quel senso, ma in un senso più ampio, tendente a inglobare le sue diverse manifestazioni.

Ascoltare la natura e farsi ispirare da essa, cercare di rappresentarla in un’opera d’arte che sappia al contempo raccogliere ed esaltare le sue particolarità. Questi, come spiega lei stessa, i tratti distintivi dell’arte di Irma Paulon, artista rodigina ma veneziana d’adozione che dal 2003, anno in cui ha realizzato la sua prima tela, vive in un’incessante ricerca di nuove tecniche e materiali che possano rappresentare la bellezza e la grandezza dell’arte e della natura, trasformandole in pezzi di vita.



Motivo per cui questo attuale 2017 sta rivelando essere un anno molto importante per l’artista: tante esposizioni locali e fuori regione ed innumerevoli allestimenti in prestigiose location e per importanti festival (Palazzo Zanardi, Ca’ dei Carraresi, Villa Freya, Libreria Acqua Alta, tanto per citare alcune delle location che hanno ospitato l’arte della Paulon). L'ultima, in ordine di tempo, è l’esposizione che sarà inaugurata sabato 27 maggio nel prestigioso Ca’ Nigra Lagoon Resort di Venezia, ossia “Mettiamoci il cuore”, un percorso di esaltazione dell’amore verso la vita, verso la natura e verso l’arte stessa, che è stata fautrice di un nuovo inizio, nella personale esistenza dell'artista, che le ha permesso di ripartire da sè e dalle sue passioni.



Il cuore tanto amato dalla Paulon, simbolo dell'Amore Universale, dialogherà - nei profumati e colorati giardini del prestigioso resort, con facciata sul Canal Grande - con grovigli di metallo, riflessi e trasparenze che fluttuano cullati dalla brezza marina e dalla musica del vento.

Con le sue opere Irma P., questo il suo nome d’arte, creerà un percorso emozionale pensato per indurre il visitatore a guardarsi dentro, anziché concentrarsi su ciò che accade intorno perché, lei stessa afferma, “questo è il primo passo verso una nuova consapevolezza”.

Ad arricchire il percorso espositivo ci saranno campane tubolari a vento, realizzate dal musicoterapista Paolo Borghi, musicista ed artista nella costruzione di campane tubolari, Cajon Flamenco e Cubano, Tongue Drum e altri strumenti che nascono dall’utilizzo di materiali di riciclo trasformati in opere d’arte sonora. Una collaborazione, quella nata tra l’artista Irma P. e il musicoterapista emiliano, che ha permesso di creare un’ambientazione in cui ogni visitatore potrà entrare in contatto con l’atmosfera dell’esposizione non solo visivamente ma anche mediante l’ascolto, cercando di creare in questo modo una sensazione di coinvolgimento dello spettatore mai avvenuta in precedenza e che saprà differenziare l’esposizione veneziana da tutte le altre.


“E’ importante -  afferma l’artista -  che ogni persona che visita l’esposizione porti a casa quello che essa stessa trae dalle opere esposte: nessuna forzatura, nessuna descrizione dettagliata, solo una rappresentazione dell’input che ha dato vita all’opera esposta e messaggi decifrabili da ognuno in maniera diversa, a seconda della vita vissuta.”

Proprio per la volontà di dare respiro alle emozioni e di regalare sensazioni inaspettate, è stata messa a punto un’ultima e grandiosa opera che illuminerà il Canal Grande durante tutto il periodo estivo: in collaborazione con l'azienda NeonLauro, Irma P. ha realizzato l’opera Luce, un’installazione a cuore pensata e creata per essere esposta sul Canal Grande, cercando di diventare parte integrante del maestoso ed emozionante corso d’acqua veneziano. Sarà un punto di luce, appunto, per l’estate veneziana, non solo grazie alla locazione del resort, a pochissimi passi dalla stazione ferroviaria e affacciato sul principale canale, ma soprattutto grazie alla passione messa nell’opera d’arte stessa che regalerà vita, forma e colore alla luce del cuore.




Mettiamoci il cuore - Installazioni d’arte di Irma Paulon, 27 maggio - 8 settembre 2017, Ca’ Nigra Lagoon Resort, Santa Croce 927, Venezia. Per maggiori informazioni info@hotelcanigra.com o visitare il sito.  
5/22/2017 11:19:00 PM / di / 2 Comments

2 commenti:

  1. Sicuramente andrò alla mostra perché grazie al tuo post ho una certa curiosità
    Ti ringrazio sinceramente, perché quest'artista non la conoscevo
    Un caro saluto
    Adriana Pitacco

    RispondiElimina
  2. Grande Adriana! Grazie mille a te! ❤

    RispondiElimina