06 aprile 2017

L’arte di Charlotte Salomon a Milano

Chi era Charlotte Salomon? Io per prima devo ammettere che non la conoscevo prima di scriverne. D’altronde, è la fortuna di avere un blog, specie se di arte e cultura, scoprire mondi e personaggi mai “incontrati” prima.

Per scoprire la vita, ma soprattutto, l’arte di Charlotte Salomon dovremo risalire alla metà del Novecento, a quel periodo tristemente noto per le vicende legate al nazismo. La Salomon infatti nacque a Berlino nel 1917 da una famiglia ebrea attiva nel mondo culturale berlinese. La pittrice ebbe fin da subito una vita travagliata non solo per il fatto di essere nata in un periodo sbagliato nel posto sbagliato poiché essendo un’ebrea tedesca si ritrovò a dover subire gli orrori perpetrati dai nazisti, ma anche perché dovette affrontare drammi famigliari altrettanto gravi come il suicidio di alcune componenti della sua famiglia tra cui la madre.


Artista precoce, fu ammessa all’Accademia berlinese di Belle Arti, dove vinse un premio che però non poté ritirare a causa delle leggi razziali. Perseguitata in Germania, si rifugiò in Francia ma nonostante ciò il destino riuscì ad acchiapparla e consegnarla ai nazisti della Gestapo. Morì ad Auschwitz il giorno stesso dell’arrivo, incinta del primo figlio.


Ispirata all’arte di Charlotte Salomon - quell’arte che fu per l’artista un appiglio, l’ultimo approdo al quale aggrapparsi, trasformandosi al contempo in una sorta di diario di bordo sul quale annotare, tramite schizzi e dipinti, la propria vita e le proprie paure, con la guerra in agguato a fare da spada di Damocle, quella spada che alla fine finirà sfortunatamente per travolgerla - è la mostra “Charlotte Salomon. Vita? O Teatro?” presso Palazzo Reale di Milano, che prende spunto dal titolo dato dalla pittrice al suo “diario”, Vita? O Teatro?, una raccolta di circa ottocento immagini con cui ella ripercorre la propria vita, in uno stile - all’epoca assolutamente inedito - che fa incontrare la pittura con il fumetto e il cinema.


Charlotte narra di se stessa e della sua famiglia ricorrendo contemporaneamente all'illustrazione, alla scrittura, con un tono tra il poetico e il filosofico, e anche ad annotazioni musicali. Una metamorfosi stilistica testimoniata da centinaia di fogli che toccano in modo diretto o metaforico le esperienze salienti della formazione affettiva e culturale della pittrice.

Non è tuttavia la prima volta che vengono esposte le opere della Salomon, a parte l’Italia, dato che dagli anni Sessanta le sue tempere sono state esposte in forma antologica in alcuni importanti musei come il Centre Pompidou e il Museo Ebraico di Parigi, la Whitechapel Art Gallery e la Royal Academy di Londra, il Museo Ebraico di Berlino e in varie altre città tedesche, ma anche Bruxelles, Tel Aviv, Chicago, New York, San Francisco, Tokyo e molte altre.


La rassegna milanese presenta circa 270 tempere, insieme a decine di fotografie storiche che illustrano la vita di Charlotte e gli avvenimenti del suo contesto, in parallelo alle scene rappresentate nel suo poema autobiografico, oltre ad un filmato che introduce il visitatore nel mondo dei suoi affetti.




Charlotte Salomon. Vita? O Teatro?, 30 marzo - 25 giugno 2017, Palazzo Reale, Piazza Duomo 14, Milano. Qui informazioni sui biglietti.
00:03:00 / di / 2 Comments

2 commenti:

  1. Sono senza parole! La grande donna che mirabilmente hai raccontato nel tuo articolo, per me è una scoperta unica! Ho letto d'un fiato tutte le parole, perché la storia, la sua vita, mi ha completamente coinvolta.
    Ma mentre leggevo, mi accompagnava il bellissimo quadro che hai posto all'inizio del tuo meraviglioso articolo.
    Voglio scoprire la grande testimonianza del suo volto, la magia di quell'incanto!
    Sai indicarmi dei libri con i quali posso iniziare questo viaggio?
    Grazie! Questo è un amore che può essere chiamato il cosiddetto "colpo di fulmine" per un artista
    Adriana Pitacco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Adriana! Quella di Charlotte Salomon, in effetti, è una storia che ha colpito molto anche me fin da subito. Riguardo i libri sulla sua storia, ti posso postare uno di quei link che mi sono andata a vedere per conoscerla meglio: http://www.danielacavini.eu/lartista-ebrea-morta-incinta-seduce-il-mondo/
      Nell'articolo si fa riferimento ad un libro sulla Salomon che credo ti possa essere utile. Fammi sapere. Un abbraccio!

      Elimina