18 maggio 2016

Il Marginalismo fa tappa a Brindisi

Continuano le tappe dedicate al movimento artistico salentino che rientra sotto il nome di Marginalismo il quale, in seguito all’appendice espositiva del 2014 presso l’Urban Center, all’interno della biennale di Martano Syncronicart-2, e l’esordio ufficiale di ottobre del 2015 al Castello Aragonese di Otranto, si appresta ora a far tappa a Brindisi nella splendida cornice del cinquecentesco Palazzo Granafei-Nervegna, una location istituzionale di tutto prestigio.


La mostra, “Marginalismo. Opere di Annalisa Fulvi, Maria Luce Musca, Lorenzo Polimeno”, di cui si terrà il vernissage domenica 5 giugno, si aprirà con la presentazione del volume omonimo in italiano-inglese, scritto da Carmelo Cipriani e Raffaele Gemma, edito da Edizioni Esperidi, in cui compaiono anche testi di Lorenzo Polimeno e le illustrazioni di numerose delle opere in esposizione, oltre alle biografie degli artisti aderenti.

Lorenzo Polimeno, Il villaggio dei filosofi, 2014, acrilici su carta lavorata a mano su faesite

L’istanza che il gruppo propone è quella di un neo-policentrismo, non un concetto ideale ma realtà concreta che si compone di centri paritetici e non subordinati, in cui le periferie rivendicano il proprio ruolo, rispetto al centro, nella determinazione di linee di ricerca originali e autonome.

Appare evidente che margini e periferie sono qui intesi non tanto in senso geografico, concetto complesso di rinnovata attualità e difficile risoluzione, quanto in senso intimistico, caratterizzandosi per questo attraverso un significato più etereo ma certamente più vicino ad ogni esperienza personale.

Annalisa Fulvi, Geometrie rurali, 2015, acrilico su tela

Il movimento, lo ricordiamo, è basato sul pensiero artistico-letterario di Lorenzo Polimeno, ed è sostenuto teoricamente dai critici e curatori della rassegna Carmelo Cipriani e Raffaele Gemma, firmatari in Palazzo Baldi a Galatina del Manifesto del Marginalismo, assieme allo stesso Polimeno e alle artiste Maria Luce Musca e Annalisa Fulvi.

Il percorso espositivo - che rientra in un programma già molto denso di eventi di grande interesse mediante i quali la città di Brindisi si candida energicamente a capitale europea della cultura per il 2019 - sarà visitabile fino al 3 luglio.

Maria Luce Musca, Lontano, 2015, acrilico su tela

“Marginalismo. Opere di Annalisa Fulvi, Maria Luce Musca, Lorenzo Polimeno” si avvale del patrocinio della Città di Brindisi ed è organizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale – Settore Sedi Culturali e Beni Monumentali.



Marginalismo. Opere di Annalisa Fulvi, Maria Luce Musca, Lorenzo Polimeno, 5 giugno - 3 luglio 2016, Palazzo Granafei-Nervegna, via Duomo 20, Brindisi. Vernissage: domenica 5 giugno ore 19. Orari di apertura: da martedì a domenica dalle 9 alle 20. Ingresso gratuito. Per maggiori informazioni: sediculturali@comune.brindisi.it


5/18/2016 12:11:00 AM / di / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento