22 marzo 2016

L’anteprima di Radici del Sud in attesa dell’undicesima edizione

In attesa che decolli l’undicesima edizione di Radici del Sud, di cui si è già scritto qui, è partita giusto qualche giorno fa l’anteprima dell’evento con nove tappe enogastronomiche all’insegna della degustazione e dello scambio di opinioni oltre che degli spunti di riflessione, il tutto condito da immancabile gusto e divertimento.


Nove occasioni di piacevole intrattenimento alla scoperta dei migliori vini da vitigno autoctono meridionali attraverso l’esperienza diretta e il racconto degli addetti ai lavori. A partire da metà marzo fino alla fine di maggio, secondo un calendario di eventi organizzati in Puglia, Sicilia, Basilicata, Campania, Calabria e Toscana, gli appassionati del buon bere potranno in anteprima conoscere alcune delle più pregiate etichette del sud Italia. Diverse serate dedicate all’enologia del Sud si concluderanno con cene a tema dove i vini saranno enfatizzati in abbinamento  al buon cibo.



L’avvio di quest’anteprima è stato celebrato il 15 marzo presso il Bistrot Aromi di Sannicandro con I vini che hanno reso grande il Sud, per poi proseguire il 23 marzo nella fiorentina libreria caffè teatro TodoModo con una serata dedicata ai tre migliori rossi del sud: Negroamaro, Aglianico e Gaglioppo. Dopodiché farà tappa ad aprile, esattamente domenica 24, presso il castello Vinilia  Wine Resort di Manduria (TA) la rassegna Tre modi di vedere il Primitivo (Salento, Manduria e Gioia del Colle).


Verrà dato spazio, poi, in Calabria ai giovani ristoratori stellati e martedì 10 maggio a Porto Cesareo (Lecce) presso il ristorante Aqua fish&more sarà di scena il Negroamaro. A metà maggio in Puglia in programma l’appuntamento Nero di Troia tra asprezze e dolcezze.  Arrivato alla sua IV edizione l’evento riguarderà un focus sul Nero di Troia organizzato insieme a ricercatori, enologi, produttori e influencer del mondo del vino. Giovedì 10 maggio, invece, a Palermo sarà di scena un focus sui cambiamenti climatici e le conseguenze che questi hanno sulla viticoltura del Sud, per poi finire lunedì 23 maggio a Napoli, presso il Castel dell’Ovo, dove in programma ci sarà la festa dedicata alle bollicine.


Nel frattempo sono state già raggiunte le 100 adesioni per l’evento principale che si terrà a giugno a Bari, un chiaro segnale di fiducia da parte delle cantine pugliesi, campane, lucane, siciliane e calabresi per l’evento enogastronomico più importante del sud Italia che, da oltre dieci anni, promuove a livello internazionale la produzione di vino da vitigno autoctono meridionale, quest’anno arricchito da strette collaborazioni con altri soggetti promotori di eventi enologici per rafforzare l’immagine del vino meridionale nei mercati internazionali.

Dal sito di www.radicidelsud.com in pochi step, è ancora possibile prenotarsi al concorso, agli incontri btob e al Salone del Vino che concluderà l’intero evento. Le iscrizioni devono pervenire entro e non oltre il 10 aprile 2016. 




Per maggiori info e prenotazioni info@radicidelsud.it, o telefonare al 346.4076012. Ufficio stampa: Daniela Fabietti - 33519795415.
12:04:00 / di / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento