29 ottobre 2015

Dal 30 ottobre io ABITO al Museo Nuova Era di Bari

Verrà inaugurata venerdì 30 ottobre presso il Museo Nuova Era, a Bari, la mostra io ABITO con opere di Gianna Maggiulli, un progetto che racconta il percorso personale e artistico dell’artista pugliese attraverso cartoni, fotografie e installazioni, ma anche tracciati e disegni di un’antica scuola internazionale di taglio di Torino, foto d’epoca e frammenti di abiti realizzati con materiali diversi.

Un’idea che è  nata dal bisogno della Maggiulli di unire presente e passato: la sua recente ricerca intorno all’abito, inteso come forma di comunicazione e copertura/svelamento della propria interiorità, con l’esperienza umana e professionale acquisita da suo padre nella sua sartoria di Corato dove ha operato per buona parte della metà del Novecento.


La stessa artista ha dichiarato in proposito: «Il mio percorso è andato ad incrociarsi con l’esperienza di mio padre a distanza di oltre ottant’anni e di qui il voler unire le due esperienze in un progetto che non vuol essere un cedimento alla nostalgia, ma è la necessità di fissare la memoria di un passato confrontandolo con l’attualità. L’accostamento e il confronto/incontro fra le carte razionali e progettuali e i miei abiti colorati, svolazzanti e improbabili fatti di carte, graffi e lacerazioni, potrebbe apparire dissacrante ma il senso è soprattutto pervaso di tenerezza e di rispetto per un lavoro artigianale di pregio non sempre adeguatamente valorizzato».

Le “carte” color biscotto, aperte per la prima volta dopo anni, hanno svelato le pieghe ormai indelebili, le ombre e tutti i segni del tempo, ma soprattutto la geometria sapiente del progetto dell’abito maschile con tratti a matita, linee, numeri, forme geometriche e tratteggi. Carte che sono il frutto di studi realizzati in una prestigiosa scuola di sartoria nella Torino degli anni Trenta con tanto di timbri di autentificazione e firma di valutazione datate 1931.

Le opere di Gianna Maggiulli, a metà tra pittura e scultura, non possono non colpire anche per l'originalità del materiale usato: il cartone. Inciso, intagliato, spellato, fino a farne emergere sensi nascosti, giochi di luci ed ombre, chiaroscuri dell'anima, prima ancora che della materia. Vengono in questo modo fuori superfici in accenno di bassorilievo, lasciate grezze, con sovrapposizioni di carte bianche o colorate, sottili o spesse, plastiche trasparenti e pennellate di colore acrilico.




io ABITO, 30 ottobre - 3 dicembre 2015, Museo Nuova Era - Strada dei Gesuiti, Bari. Dal martedì al sabato ore 17:30 - 20:30. Catalogo in galleria. Per maggiori informazioni: +39 080.5061158,  museonuovaera@alice.it, http://www.museonuovaera.it/



10/29/2015 01:52:00 PM / di / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento