03 luglio 2015

Live@Pompei: i Pink Floyd ritornano a Pompei grazie ad una mostra

Son passati ben 44 anni dal live che i Pink Floyd tennero tra le rovine del sito archeologico di Pompei, ripresi dal regista scozzese Adrian Maben dal 4 al 7 ottobre 1971. E una mostra, che partirà il 4 luglio per durare fino alla fine del mese, offrirà l’occasione per rivivere e riassaporare la magia che scaturì da quei colori e quei suoni: Live@Pompei.


La mostra, il cui ingresso sarà gratuito, consta di oltre un centinaio di foto - tutte risalenti ad uno dei live entrati nella storia della musica rock - e vedrà, al contempo, una serie di iniziative parallele come concerti ed esibizioni delle migliori cover band del gruppo inglese: i Pink Bricks (8 luglio) e i Wallside (18 luglio).


Un contributo sostanzioso per l’allestimento dell’esposizione, come ha avuto modo di sottolineare lo stesso regista Maben, è stato quello proveniente dalla decina di ragazzi - soprannominati "i ragazzi degli scavi" - che durante le famose riprese spiarono in religioso silenzio Gilmour e company, ignari della loro presenza.

Live@Pompei è sponsorizzata dal Comune di Pompei in collaborazione con la mostra Rock! allestita al PAN di Napoli e i Lunatics, l'associazione culturale che riunisce i più famosi collezionisti della band psichedelica.




7/03/2015 04:29:00 PM / di / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento