15 maggio 2015

Le sculture Lego di Nathan Sawaya

A chi non è capitato di giocare durante l’infanzia con i caratteristici e colorati mattoncini della nota marca Lego immaginandosi novello architetto intento a costruire palazzi, torri, ponti e dimore oppure artista alle prese con sculture e opere d’arte? Ebbene, c’è chi nonostante non sia più infante da un bel pezzo continua ancora a "giocare", e sul serio, con i Lego al punto di arrivare ad elaborare delle vere e proprie opere d’arte a grandezza naturale.


Si tratta dello statunitense Nathan Sawaya, ex avvocato, dedito da una decina d’anni alla costruzione di sculture realizzate interamente con i famosi mattoncini. Installazioni che vengono progettate e messe in atto nel suo studio newyorkese ove dispone di circa un milione e mezzo di pezzi di lego e che sono il frutto di una ricerca costante che ambisce al colore giusto e al movimento perfetto.

Dal Lego Cello al simbolo della pace, alle varie figure umane in proporzione naturale, Nathan è dunque il re del mattoncino o, per meglio dire, The Brick Artist come recita il nome del suo sito, in cui i Lego diventano un pretesto per riprodurre porzioni di realtà, a metà strada tra Pop Art e surrealismo, oltre che riflettere - sempre nell'intento dell'artista-scultore - la solitudine dell’uomo odierno. 



Dopo Londra, New York, Bruxelles e Amsterdam, la mostra "The Art of The Brick" sosterà nella capitale francese dal 14 maggio fino al 30 agosto 2015 e nel contesto della quale si potranno ammirare più di un’ottantina di opere tra cui alcune riproduzioni di opere già celebri come nel caso dell’onda di Hokusai, del David di Michelangelo, della Venere di Milo e altre ancora.




The Art of the Brick, 14 maggio - 30 agosto 2015, Parc des Expositions - Porte de Versailles, Parigi. 
5/15/2015 05:08:00 PM / di / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento