22 febbraio 2015

Alla Galleria Muratcentoventidue di Bari l’esposizione dell’iraniana Anahita Hekmat

La galleria barese Muratcentoventidue Artecontemporanea prosegue il suo programma espositivo con “10 years is the best”, la prima mostra personale in Italia dell’artista iraniana Anahita Hekmat.

La Hekmat, originaria di Teheran ma che vive e lavora a Parigi, ha vissuto da vicino quando era bambina il conflitto tra Iran e Iraq, combattuto con armi convenzionali e durato otto anni al punto da risultare il conflitto più lungo del Ventesimo secolo. Per i bambini iraniani e iracheni della sua generazione (classe 1978), questa guerra è stata parte integrante del loro ambiente di vita così che la fine del conflitto ha coinciso con la fine dell'infanzia sprigionando conseguentemente molti effetti indiretti e profondi a livello sociale, nonché intimo.

Per questo il mondo dell'infanzia è un motivo ricorrente nel lavoro dell’artista iraniana. L'infanzia e i suoi riti di passaggio funzionano come base di riferimento per unità temporali-universali, così che ogni spettatore può trovare una base spazio-temporale che è sia personale che comune allo stesso tempo.



In generale, il suo lavoro è la costruzione di un tempo sospeso in cui i personaggi, astratti dalla loro dimensione spaziale, sfiorano i confini tra il documentario e la fiction. Il suo obiettivo è realizzare video o creare dispositivi per riuscire a cogliere dei fenomeni percepibili come il "quasi nulla": ad esempio il respiro, i piccoli movimenti delle foglie di un albero, entità invisibili che si propagano nello spazio.

Cercando di ricordare la visione dei resti di una festa di compleanno in un rudere di una casa bombardata, visitato una volta, l’artista propone una video installazione che si compone di tre elementi: un video intitolato Acrophobia, una serie di foto di compleanno di amici e parenti iraniani cresciuti durante il conflitto e infine un wall painting che mostra una casa bombardata, un mix di immagini di rovine di guerre avvenute negli ultimi anni in Iran, in Palestina, in Siria.

Il lavoro di Anahita Hekmat comprende, tuttavia, una vasta gamma di media dai più tradizionali come la fotografia, il disegno, la video installazione, ai più innovativi mezzi tecnologici come configurazioni urbane interattive, siti web e progetti basati su tecnologie mobili, oltre che svolgersi con la collaborazione di etnologi, musicisti, programmatori e altri specialisti per creare esperienze multimediali multidisciplinari.



10-years is the best, 14 febbraio - 25 marzo 2015, presso Galleria Muratcentoventidue Artecontemporanea, Via G. Murat 122/b – Bari. Dal martedì al sabato dalle 17 alle 20. Per info: 393.8704029 – 392.5985840; mail: info@muratcentoventidue.com. Sito: www.muratcentoventidue.com.
16:36:00 / di / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento