11 gennaio 2015

A Torino la prima edizione dei Mondiali del Libro, protagonisti i grandi scrittori del Novecento

Ha preso il via a Torino l’8 gennaio la prima edizione, unica nel suo genere in Italia, dei Campionati del mondo dei romanzi del Novecento o più semplicemente il Mundialibro dove a scendere in campo e darsi retoricamente battaglia saranno scrittori, critici e lettori, insomma tutti i cultori dell’arte libraria i quali dovranno difendere o attribuire il loro gradimento ai romanzi e romanzieri che hanno arricchito il periodo novecentesco.

Un’iniziativa, questa, nata da un’idea di Andrea Bajani in collaborazione con l’Unione Culturale Franco Antonicelli che ha, naturalmente, lo scopo di incrementare la tendenza alla lettura provando così ad offrire un contributo ad un mercato editoriale da molto tempo dato per spacciato ma che comunque riesce - seppur con notevoli sforzi - a resistere, oltre che riavvicinare il grande pubblico a tutte quelle grandi opere scritte del secolo passato, piuttosto ricco sotto il profilo romanzesco.


La prima fase del Mundialibro si svolgerà da gennaio a giugno di quest’anno e consisterà in una serie di “partite” che serviranno a eleggere il miglior romanzo italiano del Novecento. Dopodiché il romanzo vincitore dovrà sfidare nella fase successiva del Mondiale, che si avrà tra il 2015 e il 2016, gli altri capolavori mondiali.  

Gli incontri saranno a cadenza mensile e vedranno il coinvolgimento di alcuni critici e scrittori italiani fra quelli considerati  più interessanti (da Alessandro Perissinotto a Margherita Oggero, da Giusi Marchetta ad Angelo Ferracuti, Massimo Raffaeli, Andrea Tarabbia, Daniele Zito ed Emmanuela Carbè) che s’impegneranno a sostenere le ragioni del proprio campione cercando di convincere pubblico, giuria e arbitri della superiorità del romanzo da loro scelto, nel confronto diretto con un romanzo avversario.

Una cinquantina i romanzi in gara, che vedrà la discesa in campo dei più rappresentativi scrittori piemontesi del 900 (come Fenoglio, Pavese e Levi) i quali  si "scontreranno" con autori di ogni paese tenendo sempre conto del periodo suddetto.

Per conoscere il regolamento, il calendario degli incontri ed esprimere la propria preferenza, giacché tutti possono prendere parte all’iniziativa, basta andare sul sito http://www.unioneculturale.org/




1/11/2015 07:01:00 PM / di / 0 Comments

Nessun commento:

Posta un commento